FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Padova, dona 14 milioni alla Caritas: sacerdote li usa per sè e per gli amici

La Procura accusa un prete di Legnaro di appropriazione indebita e ordina il sequestro preventivo dellʼeredità di un farmacista. Il religioso, travolto dallo scandalo, si è dimesso

Padova, dona 14 milioni alla Caritas: sacerdote li usa per sè e per gli amici

Avrebbe usato per sè e per i suoi amici una parte dell'ingente eredità lasciata alla Caritas da un farmacista, 14 milioni di euro, acquistando auto, moto, abiti, prenotando vacanze in alberghi a 5 stelle e regalando un intervento estetico alla madre. Un sacerdote di una parrocchia di Legnaro, nel Padovano, è indagato per appropriazione indebita aggravata e la procura ha ordinato il sequestro preventivo dell'eredità, destinata ai poveri.

A due giorni dal j'accuse lanciato dalla Cei, un altro episodio rischia di gettare ulteriore fango sulla Chiesa, già alle prese con gli scandali "Vatileaks" e "Vatileaks 2".

A lanciare l'allarme ai carabinieri sono stati alcuni parrocchiani, insospettitisi nel vedere il sacerdote sfrecciare per le vie del paese in sella a una nuova e potente moto, vestito di tutto punto.

Il sacerdote era stato nominato dal notaio custode delle fortune lasciate dal farmacista, morto a 83 anni. Con il testamento l'uomo aveva deciso di lasciare la sua abitazione e ben 14 milioni di euro in azioni e titoli bancari alla Caritas. E aveva anche ipotizzato che la sua dimora potesse diventare la nuova sede dell'organizzazione di carità.

Dimissioni dopo lo scandalo - Il vescovo di Padova, monsignor Claudio Cipolla, ha accolto le dimissioni volontarie da parroco presentate dal sacerdote di Legnaro. "Il vescovo - spiega un comunicato della Diocesi - ha accolte le dimissioni per tutelare la parrocchia e comunità di Legnaro e per lasciare che le indagini chiariscano con precisione la realtà dei fatti".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali