FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Furbetto per protesta: timbra il cartellino e torna a casa, assolto

Ruggero Orlando, dipendente del Museo Concordiense di Portogruaro di Venezia, in primo grado era stato condannato a 7 mesi e 10 giorni di reclusione

Furbetto per protesta: timbra il cartellino e torna a casa, assolto

Timbrava il cartellino in ufficio, usciva e tornava a casa. Nel pomeriggio rientrava a lavoro e ripeteva lo stesso copione. Sembra la storia di un altro furbetto, per il tribunale di Venezia però la sua non era una truffa, ma uno sciopero. Ruggero Orlando, l'addetto al servizio accoglienza del Museo Concordiense di Portogruaro, aveva deciso di non lavorare più dopo essere stato demansionato dal ruolo di vigilante.

Come racconta il quotidiano  "Il Gazzettino", per 14 giorni tra l'agosto e il novembre 2006, Orlando non aveva lavorato una sola ora. Per i giudici però la truffa non sussite perché il dipendente del museo aveva annunciato con largo anticipo la volontà di agire in questo modo, come forma di protesta. L'uomo avrebbe inviato anche una lettera, protocollata, in cui spiegava le sue ragioni. I suoi superiori avrebbe quindi potuto organizzarsi, considerandolo come in ferie.


La sentenza d'Appello ribalta quella del tribunale di Venezia. In primo grado, infatti, Ruggero Orlando era stato condannato a 7 mesi e 10 giorni di reclusione e al pagamento di 350 euro di multa. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali