FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Vaccini, Ue firma l'accordo con Moderna | Il "piano italiano" in Aula il 2 dicembre | Germania prolunga il semi-lockdown

Venerdì il Ristori quater, Boccia: "Aiuti certi per il mondo dello sci"

Nel Lazio pazienti Covid curati a casa con il progetto di teleassistenza

Un momento della presentazione di "10 per 10", un progetto pilota di telemonitoraggio e teleassistenza dei pazienti Covid-19, a Roma. Dieci medici di medicina generale del territorio della Asl Roma 3 potranno seguire a distanza cento pazienti (dieci ognuno) attraverso piccole apparecchiature di ultimissima generazione messe a disposizione da Takeda. Il progetto pilota è realizzato dalla Regione Lazio e dall'istituto per le malattie infettive di Roma, in collaborazione con la Federazione dei Medici di medicina generale, la Asl Roma 3, ADiLife e Takeda Italia.

Il ministro Speranza presenterà in Parlamento il 2 dicembre il piano strategico per l'Italia dei vaccini contro il coronavirus. L'acquisto delle dosi sarà centralizzato e gestito dallo Stato. Intanto la Commissione europea approva il sesto contratto per un vaccino anti-Covid con l'azienda americana Moderna. Prevede l'acquisto iniziale di 80 milioni di dosi per conto di tutti gli Stati membri, più un'opzione fino a altri 80 milioni, da fornire quando si sarà dimostrato sicuro e efficace. Il contratto si aggiunge agli accordi raggiunti con AstraZeneca, Sanofi-GSK, Janssen Pharmaceutica NV, BioNTech-Pfizer e CureVac.

LEGGI ANCHE: Tutte le notizie della giornata, minuto per minuto

 

Il piano al vaglio del governo "Dovremo costruire una campagna di vaccinazione molto larga. Non arriverà subito per tutti, ma all'inizio ci saranno alcuni milioni di dosi. L'Italia avrà il 13,65% dei vaccini già opzionati in sede europea", ha spiegato Speranza. Le prime dosi ad arrivare dovrebbero essere quelle prodotte da Pfizer : 3,4 milioni di dosi, e poiché ne servono due a persona, si potranno vaccinare 1,7 milioni di individui. Resta intanto sul terreno della discussione il tema dell'obbligatorietà anche se in generale l'orientamento dovrebbe essere quello della 'raccomandazione'. "Verrà valutata la possibilità dell'obbligo per alcune categorie", ha affermato il coordinatore del Comitato tecnico scientifico Agostino Miozzo. 

 

 

Le mosse dell'Ue A Bruxelles intanto si procede con la stipula dei contratti. La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen parlando al Parlamento europeo ha affermato che "i primi cittadini europei potrebbero essere vaccinati ancora prima della fine di dicembre". E ha sottolineato: "Gli Stati membri si devono preparare. Si parla di milioni di siringhe, di catena del freddo, di organizzare centri di vaccinazione e qualificare personale per farlo. Tutto questo va preparato".

 

 

Germania prolunga il semi-lockdown Mentre in Italia il governo è al lavoro per stabilire le regole anti-Covid di Natale e Capodanno, la Germania ha prolungato il semi-lockdown fino al 20 dicembre. Prevede la chiusura di ristoranti, bar, strutture sportive e ricreative ma restano aperti scuole, negozi e parrucchieri. Angela Merkel ha anche illustrato le misure previste per le festività. Il divieto di contatto verrà ammorbidito e si consentiranno incontri fino a 10 persone. "Nessuno dovrà vivere le vacanze di Natale in solitudine", ha ribadito la cancelliera.

 

 

La questione Ristori Intanto venerdì l'Aula della Camera esaminerà la legge di bilancio, poi sarà il turno del decreto Ristori quater. "L'intervento sulle tasse sarà molto largo", dice il ministro dell'Economia Gualtieri a margine del vertice italo-spagnolo di Palma di Maiorca. "I ristori saranno come sempre coerenti alle misure che il governo prende", aggiunge rispondendo a chi gli chiede se l'esecutivo varerà ulteriori ristori per i gestori degli impianti sciistici.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali