FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Evi Rauter, risolto il "cold case" dell'altoatesina scomparsa nel 1990

Una donna ha riconosciuto la ragazza grazie a una trasmissione austriaca che ha portato alla luce la vicenda ancora non risolta di una giovane trovata impiccata in Spagna negli anni Novanta. Per la polizia non si trattò di un suicidio: il caso potrebbe essere riaperto in Italia

Ansa

E' stato risolto dopo 32 anni il "cold case" di Evi Rauter, la ragazza altoatesina scomparsa il 3 settembre del 1990 dallo studentato di sua sorella a Firenze.

Il giorno dopo aver fatto perdere le sue tracce, una ragazza fu trovata impiccata in Spagna in una pineta al confine con la Francia, ma

nessuno ipotizzò un collegamento con il caso della Rauter

e il corpo restò senza nome. Ora, grazie a una trasmissione austriaca su casi irrisolti una concittadina, che all'epoca dei fatti viveva in Austria,

ha riconosciuto la foto

della giovane trovata senza vita in Spagna.


I familiari hanno identificato i vestiti 

- Nei giorni scorsi i genitori e la sorella hanno identificato i vestiti, le scarpe e l'orologio che indossava la giovane trovata morta in Spagna. All'epoca non è stato prelevato invece il Dna della salma.


 


Per gli investigatori non si è trattato di suicidio

- La polizia e l'anatomopatologo però non sono convinti che si sia trattato effettivamente di suicidio. La giovane morta era infatti rivolta con il viso verso l'albero a 40 centimetri dal suolo. Inoltre il nodo era "professionale". Sui piedi nudi, durante l'autopsia, non sono state trovate tracce di terra della zona sotto l'albero. Il caso resterà comunque irrisolto perché in Spagna l'omicidio va in prescrizione dopo 30 anni. Secondo il quotidiano Dolomiten, non è invece escluso che il caso venga riaperto in Italia.


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali