FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Blitz in Trentino: arrestati sette presunti anarco-insurrezionalisti

Sono sospettati di essere i responsabili di una serie di attentati, tra cui la bomba alla sede della Lega di Ala

Blitz antiterrorismo di polizia e carabinieri in Trentino Alto Adige. Sono stati arrestati sette presunti anarco-insurrezionalisti. Secondo gli investigatori sarebbero i responsabili di una serie di attentati contro obiettivi istituzionali commessi tra il 2017 e il 2019. Tra questi anche l'ordigno del 13 ottobre 2018 davanti alla sede della Lega di Ala (Trento), dove sarebbe dovuto andare Matteo Salvini

Le indagini contro quella che viene ritenuta dagli investigatori "un'organizzazione terroristica di matrice anarchica", sono state condotte dal Ros dei Carabinieri, dalla Digos di Trento e dall'Antiterrorismo.

Assieme agli arresti è scattata una serie di perquisizioni sia nelle abitazioni degli indagati sia di una serie di soggetti ritenuti vicini alla cellula anarchica.

Complimenti a polizia e carabinieri per l'operazione sono arrivati dal ministro dell'Interno, Matteo Salvini, che sottolinea come "questi signori sarebbero i responsabili di vari attentati, tra i quali l'ordigno fatto esplodere davanti alla sede della Lega di Ala, a Trento, il 13 ottobre 2018. Nessuna tolleranza per violenti e criminali".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali