FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Uccise ladro durante assalto, gip archivia inchiesta su Fredy Pacini

La decisione del giudice sul gommista di Arezzo presa anche "grazie" alla nuova legge sulla legittima difesa

Il gip Fabio Lombardo ha archiviato le accuse contestate a Fredy Pacini, il gommista 60enne di Monte San Savino (Arezzo) che il 28 novembre 2018 uccise, sparandogli, Vitalie Tonjoc Mircea, 29 anni, moldavo, entrato nella sua rivendita con altre persone al probabile scopo di rubare. L'archiviazione era stata chiesta dal procuratore Roberto Rossi. "E' la fine di un incubo" le parole di Pacini riferite dal suo legale.

I presunti complici di Vitalie Mircea Tonjoc, forse cinque, non sono mai stati trovati. La sorella della vittima, nel corso dell'udienza del 24 febbraio, aveva chiesto di uscire dal processo, rinunciando a partecipare come parte offesa.

 

Archiviazione "grazie" alla nuova legge sulla legittima difesa - L'archiviazione per Fredy Pacini era stata chiesta dal procuratore di Arezzo Roberto Rossi, che ha ereditato l'inchiesta dal pm Andrea Claudiani trasferitosi per altro incarico, per "legittima difesa putativa", in base alla vecchia legge. La decisione del gip si fonda invece sulla nuova legge sulla legittima difesa. Lombardo ha difatti applicato il comma 55 della riforma, in relazione all'eccesso colposo di legittima difesa, per la quale la punibilità è esclusa se chi ha commesso il fatto per la salvaguardia della propria o altrui incolumità ha agito in stato di grave turbamento, derivante dalla situazione di pericolo in atto. Fredy Pacini in quel periodo aveva deciso di dormire all'interno della sua officina perche' ormai da tempo era bersagliato dai ladri.

 

"Il mio assistito - ha detto il difensore di Pacini - è soddisfatto perché, pur comprendendo la gravità della vicenda, considera importante che il giudice abbia capito come lui, in tale circostanza, non potesse fare diversamente". A Pacini, che dormiva nella sua officina dopo aver subito già 
furti, tentati o riusciti, era stato contestato l'eccesso colposo nella legittima difesa. La procura aveva già chiesto l'archiviazione sostenendo che ricorresse la legittima difesa putativa. Ma a settembre scorso il gip l'aveva respinta chiedendo un supplemento di accertamenti ai termine dei
quali l'accusa ha ritenuto non essere emersi nuovi elementi diversi. All'archiviazione del procedimento si era opposta la sorella del 29enne morto.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali