FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Delitto Polizzi, "ha ucciso il mio ragazzo ed è libero: sono terrorizzata"

Firenze, parla Julia Tosti, quasi ammazzata da Riccardo Menenti che, in attesa di scontare lʼergastolo, vive a pochi chilometri da lei. "Temo che venga per finire il lavoro"

alessandro polizzi

Sei anni e 4 processi dopo: Riccardo Menenti, l'uomo che la notte tra il 25 e il 26 marzo 2013 fece irruzione nel suo appartamento uccidendo il fidanzato Alessandro Polizzi e quasi ammazzando anche lei, Julia Tosti, è stato scarcerato per decorrenza dei termini di custodia cautelare. E ora attende da uomo libero, che la Cassazione fissi la data del ricorso presentato dai suoi legali dopo la condanna all'ergastolo. "Sono terrorizzata", dice la ragazza.

Julia, non dorme più per la paura, riporta il Messaggero, perché il killer del suo fidanzato vive a pochi chilometri da lei e dalla famiglia Polizzi. "Sono sconcertata - dice - non riesco a capacitarmi. Non riesco a capire come sia possibile che l'uomo che ha ucciso Alessandro e mi ha quasi ammazzato, ora sia libero".

 

"Vive a poche decine di chilometri e soprattutto non ha niente da perdere. Ho paura, certo. Ho paura che torni a finire il lavoro che quella sera non è riuscito a portare a termine", dice ancora Julia. "Ripeto: essendo già stato condannato più volte all'ergastolo, se deve tornare in carcere per tutta la vita cos' ha da perdere?".

 

Venerdì assieme alla famiglia Polizzi e agli amici di Alessandro Julia ha manifestato davanti alla Cassazione e al ministero della Giustizia. "E' stata una giornata psicologicamente molto impegnativa. Abbiamo vissuto e condiviso ancora una volta la rabbia, il dolore. E la volontà che sia fatta giustizia, una volta per tutte".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali