FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Torino, la vendetta di nonna Pina: lʼidraulico non fa la ricevuta lei lo sequestra

Ha chiuso per ore lʼuomo in bagno. Per liberarlo ha aspettato lʼarrivo dei carabinieri

E' capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di chiamare a casa un artigiano per un lavoro di riparazione e al termine sentirsi dire il prezzo dell'operazione a voce, senza scontrino né ricevuta. Nonna Pina, torinese di 75 anni, ha deciso di ribellarsi a questo sistema e quando l'idraulico si è rifiutato di emettere la ricevuta fiscale, lei ha pensato di rinchiuderlo in bagno. Lo ha liberato dopo ore all'arrivo dei carabinieri. La donna pensava così di farsi giustizia, ma invece è finita nei guai: è stata denunciata per sequestro di persona.

Dopo aver chiuso l'idraulico in bagno, Nonna Pina ha chiamato la sorella che a sua volta ha dato l'allarme ai carabinieri. “Volevo soltanto la fattura. Un foglio che testimoniasse che gli ho dato 80 euro", ha detto l'anziana.

La 75enne ha anche accusato l'uomo di averle dato uno schiaffo durante il litigio che era scoppiato a causa della ricevuta fiscale. “Mi hanno denunciata, ma io rifarei tutto quello che ho fatto. Era un mio diritto chiedere la fattura”, ha concluso la donna che intanto dovrà rispondere di una denuncia per sequestro di persona e esercizio arbitrario delle proprie ragioni. L'idraulico si è giustificato davanti alle forze dell'ordine di non aver emesso la ricevuta perché in quel momento era sprovvisto di blocchetto e ha respinto l'accusa di aver percosso l'anziana.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali