FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Terni, consigliere comunale della Lega insulta Emma Marrone: "Aprire i porti? Tu apri le cosce" | Espulso dal partito

La cantante aveva fatto un commento durante un concerto a Eboli

Terni, consigliere comunale della Lega insulta Emma Marrone: "Aprire i porti? Tu apri le cosce" | Espulso dal partito

"Faresti bene ad aprire le tue cosce facendoti pagare per esempio". È il commento lasciato dal consigliere comunale di Amelia (Terni) della Lega Massimiliano Galli sotto un post de "Il Giornale" riferito a Emma Marrone che, durante un concerto a Eboli, aveva urlato: "Aprite i porti". Immediata la reazione della Lega Umbria, che ha deciso di espellere il consigliere dal partito.

"La Lega Umbria si dissocia dal commento sessista espresso dal consigliere comunale di Amelia, Massimiliano Galli, nei confronti della cantante Emma. Anche il dissenso più forte non può mai scadere in simili commenti. Le affermazioni del consigliere non solo sono inaccettabili, ma assolutamente distanti dallo spirito e dai valori espressi dalla Lega e dunque chiunque utilizzi questo linguaggio non può rappresentare il nostro movimento. Per questo comunico l'irrevocabile decisione di avviare fin da subito le procedure per la sua espulsione dal partito", è quanto comunicato tramite una nota ufficiale dall'onorevole Virginio Caparvi, segretario regionale Lega Umbria.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali