FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Il caso Mario Bozzoli raccontato in un minuto

Quarto Grado Files ripercorre la vicenda dellʼimprenditore di Marcheno (Brescia) scomparso lʼ8 ottobre 2015 e mai più ritrovato

Prosegue la rassegna dei più importanti fatti di cronaca riassunti da Quarto Grado Files, la video rubrica legata al programma televisivo condotto da Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero. Questa puntata è dedicata al caso Mario Bozzoli, l’imprenditore di Marcheno (Brescia) scomparso la sera dell’8 ottobre 2015. "Sono in ritardo, mi cambio e arrivo", dice alla moglie al telefono, dalla fonderia di famiglia, prima di sparire per sempre.

Sei giorni dopo scompare anche un operaio della Bozzoli: Giuseppe Ghirardini. L’uomo viene poi trovato morto nei boschi di Ponte di Legno, avvelenato da cianuro.

Per il delitto di Mario Bozzoli sono indagati due operai e i nipoti e soci dell'uomo: Alex e Giacomo Bozzoli. Erano tutti in fabbrica il giorno della scomparsa dell’imprenditore, insieme a Ghirardini. L’accusa è di omicidio e distruzione di cadavere. Il rapporto tra Mario e i nipoti era caratterizzato da dissidi profondi.

Il corpo dell’imprenditore non è mai stato trovato e si ipotizza che l’uomo non sia mai uscito dalla fabbrica. Ad oggi su questo caso aleggia ancora il mistero.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali