FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Palermo, fanno prostituire la figlia di 9 anni per 30 euro: arrestati

La piccola era costretta dai genitori ad avere rapporti sessuali con due amici di famiglia. Sembra che fosse la madre a gestire gli appuntamenti della bimba

Facevano prostituire la figlia di nove anni. E' successo in un paese del Palermitano. Il padre e la madre della piccola vittima sono stati arrestati con l'accusa di violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione minorile. Oltre alla coppia sono finiti in manette due uomini con cui la bambina ha avuto rapporti sessuali a pagamento. Il gip ha disposto i domiciliari per i quattro e allontanato la piccola dalla famiglia.

I fatti risalgono all'estate del 2017. I militari avevano notato un'autovettura appartata, su una strada di campagna: a bordo c'era un uomo anziano in compagnia di una bambina di 10 anni. Erano subito scattate le indagini, in seguito alle quali i carabinieri avevano rilevato elementi probatori che documentavano come, in diverse occasioni, due persone - un bracciante agricolo 61enne e un pensionato 78enne - avevano compiuto atti sessuali a pagamento con la bambina.

Ad organizzare e gestire gli appuntamenti sarebbe stata la madre della piccola, venduta in cambio di somme che andavano tra i 5 e i 25 euro. In alcune circostanze anche lei partecipava ai rapporti sessuali in presenza della bambina. Ai domiciliari è finito anche il padre che, a conoscenza degli abusi, non è mai intervenuto per avvertire le forze dell'ordine.

Il drammatico racconto della bimba - Agghiacciante il racconto della piccola, che vive in un contesto di forte degrado, sulla sua terribile esperienza. "Vivo con mamma e papà - ha detto -. Il papà si era messo d'accordo con un amico di famiglia che ci aspettava all'interno della sua macchina. Prima ha aiutato il papà, poi si è steso in macchina. Quel giorno io ero in macchina con lui, poi siamo scesi e mentre mio padre era fuori mi ha abbassato i pantaloni e gli slip... non era la prima volta. Era successo più volte e ogni volta mi offriva soldi. Spesso è successo anche con mamma". Il racconto è stato fatto ai carabinieri e il gip lo ritiene pienamente credibile.

"Io non volevo avere rapporti con lui, - continua la piccola - ma lui insisteva: poi quando andava via ci dava dei soldi, li dava a me perché diceva che mi voleva bene. Mi dava cinque euro se gli davo un bacio, 25 se facevo qualcosa in più. Questo è successo prima che facessi dieci anni". La piccola racconta poi che il padre avrebbe saputo in seguito degli incontri e che avrebbe detto a lei e alla madre che erano state brave.

E poi c'era il secondo cliente che, dice la bimba, "lasciava i soldi a me. Mi dava 30 euro. Se penso a queste cose sento tristezza. Glielo dicevo a mia madre che non mi piacevano quelle cose. Non lo so però come mai mi ritrovavo a farle, ma non sono arrabbiata con mia madre perché lei non mi ha fatto niente di male".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali