FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Palermo, accusato di corruzione: funzionario della polizia provinciale si uccide durante l'arresto

L'uomo, un 61enne, è stato raggiunto in casa dalla guardia di finanza che gli ha notificato l'ordinanza di custodia cautelare, ma ha chiesto di poter andare in bagno e si è lanciato dalla finestra

guardia di finanza gdf fiamme gialle, generica
ansa

Un funzionario della polizia provinciale della Città Metropolitana di Palermo, Marcello Miraglia, si è tolto la vita lanciandosi dal sesto piano di un palazzo a Bagheria durante l'arresto.

I militari della guardia di finanza si erano recati nella casa dell'uomo per notificargli un'ordinanza di custodia cautelare in carcere con l'accusa di

corruzione

. Ma durante le operazioni il 61enne ha chiesto di potere andare in bagno: in un attimo ha aperto la finestra e

si è lanciato nel vuoto

.

Un militare ha tentanto di bloccarlo ferendosi una mano

- Un maresciallo che lo seguiva da vicino ha tentato in tutti i modi di fermarlo senza riuscirci. Il militare si è provocato una grave ferita alla mano ed è stato trasportato al pronto soccorso.


 


L'indagine per corruzione

- Miraglia era coinvolto in un'indagine per corruzione nella quale sono indagate altre nove persone: imprenditori che, in cambio di soldi o regali, avrebbero ottenuto rinnovi di autorizzazioni ambientali o soffiate sui controlli e ispezioni in programma. La procura di Termini Imerese che coordina l'indagine ha già restituito la salma ai familiari.


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali