FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Migranti: soccorsi in 20 da motovedetta gdf al largo di Lampedusa

Approderanno in serata sullʼisola. Intanto in 38 sono sbarcati e fermati una volta arrivati a terra

Migranti: soccorsi in 20 da motovedetta gdf al largo di Lampedusa

Venti migranti, presumibilmente tunisini, sono stati soccorsi da una motovedetta della guardia di finanza a largo di Lampedusa. Saranno portati nella maggiore delle isole Pelagie. L'approdo è previsto per la serata. Intanto almeno 45 persone sono sbarcate a Cala Galera; bloccati in 38, fra cui tre donne incinte e 5 bambini.

Proseguono così gli arrivi di migranti a Lampedusa: dopo i venti soccorsi da una motovedetta della guardia di finanza in arrivo nel porto dell'isola, in almeno 45 sono sbarcati direttamente a terra a Cala Galera. A dare l'allarme sono stati alcuni abitanti che hanno avvertito le forze dell'ordine.

Fino ad ora sono stati bloccati in 38, fra cui tre donne incinte e 5 bambini, ma le persone sbarcate sarebbero in tutto 45. Quelli che mancano all'appello potrebbero essersi nascosti in alcuni anfratti dell'isola. Secondo alcuni testimoni, gli extracomunitari sarebbero stati lasciati a terra da un peschereccio, poi ripartito quasi certamente verso la Tunisia. I 38 migranti sono stati portati all'interno del centro di accoglienza dell'isola.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali