FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Migranti, nuovo sbarco in Sicilia: 57 distribuiti tra Pozzallo e Lampedusa | Arrivi anche in Sardegna

Intanto la Alan Kurdi ha salvato 44 persone da una barca in legno: saranno portate a Malta

Nuovo sbarco sulle coste siciliane: 47 migranti, tra i quali dieci donne, sono approdati nel porto di Pozzallo a bordo di un pattugliatore della guardia di finanza. I profughi, soccorsi su un'imbarcazione nel Canale di Sicilia da una motovedetta della guardia costiera, erano complessivamente 53, ma sei di loro sono stati subito trasferiti a Lampedusa per problemi medici. Gli altri 47 sono stati trasferiti nell'hot spot di Pozzallo.

Migranti, a Pozzallo sbarcano in 47

Tredici migranti sbarcati in Sardegna - Non solo in Sicilia, un nuovo sbarco di migranti infatti è avvenuto in Sardegna sulla tratta dall'Algeria. Tredici persone sono state intercettate nelle acque davanti a Porto Pino, sulla costa sud occidentale dell'isola. Sono tutti maschi e adulti e stanno bene. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Dopo le procedure di identificazione, i migranti sono stati al Centro di primo soccorso e accoglienza di Monastir, alle porte di Cagliari.

A Malta i 44 salvati dallʼAlan Kurdi - Intanto la Alan Kurdi ha salvato 44 persone da una barca in legno in cooperazione con le autorità maltesi. Una nave della Marina di Malta è in rotta per trasbordare le persone dalla Alan Kurdi e portarli a terra". Lo scrive su Twitter la ong tedesca Sea Eye. Tra le 44 persone recuperate dalla Alan Kurdi ci sono quattro donne e tre bambini. I migranti salvati, scrive ancora la Ong su Twitter, hanno affermato di essere in viaggio in mare da sabato e che avevano finito il carburante.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali