FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Migranti, nave Gregoretti bloccata al porto di Augusta: sbarco per 16 minori

La Germania si è detta disponibile ad accogliere gli immigrati. LʼUe: "Saranno i singoli Stati a farsi avanti per la redistribuzione"

Via libera allo sbarco di 16 minorenni dalla Gregoretti, la nave della guardia costiera con a bordo 130 migranti ormeggiata al porto di Augusta (Siracusa). Lo si apprende da fonti del Viminale. Intanto proseguono i contatti tra il governo, Bruxelles e i singoli Stati europei per trovare una soluzione sulla ricollocazione delle persone salvate nel Mar Mediterraneo. La Germania si è detta disponibile ad accogliere.

Il governo federale tedesco ha reso noto in Commissione europea "la propria disponibilità ad accogliere migranti ed esprime profondo cordoglio per l'incidente che ha portato alla morte di un centinaio di persone nel Mediterraneo".

Ue: "Saranno i singoli Stati a farsi avanti" - "Spetterà ai singoli Stati membri dell'Unione comunicare la propria disponibilità", ha spiegato un portavoce della Commissione Ue. "Il nostro ruolo è quello di coordinare l'azione collettiva. Una volta che il processo si sarà completato, vi aggiorneremo".

La vicenda - I migranti a bordo sono stati rifocillati e la situazione sanitaria è monitorata dal medico del Cisom, imbarcato sul pattugliatore. A mare e sulle banchine solo personale della Guardia costiera per la vigilanza. Salvati dalle autorità maltesi e trasbordati sulla Gregoretti, gli immigrati sono dapprima approdati a Catania, dove è stata fatta scendere un donna all'ottavo mese di gravidanza, per poi fare rotta verso Augusta.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali