FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Migranti: il gip di Ragusa dissequestra la nave spagnola dellʼOng Open Arms

Il natante era ormeggiato al porto di Pozzallo dal 18 marzo dopo il salvataggio di 218 migranti

Il gip di Ragusa Giovanni Giampiccolo, rigettando la richiesta della locale Procura, ha disposto il dissequestro della nave della Ong spagnola Proactiva Open Arms, ormeggiata al porto di Pozzallo dal 18 marzo dopo il salvataggio di 218 migranti. L'imbarcazione era stata sequestrata su disposizione della Procura distrettuale di Catania. Il gip il 27 marzo ha convalidato il provvedimento escludendo però il reato di associazione per delinquere.

La Procura ha indagato il comandante Marc Reig Creus, il capo missione Ana Isabel Montes Mier e il coordinatore generale dell'Ogn, Gerad Canals, per traffico di immigrazione clandestina e associazione per delinquere. Reato, quest'ultimo, che il presidente dell'ufficio del gip di Catania, Nunzio Sarpietro, aveva fatto cadere, pur confermando il sequestro della nave.

Secondo gli inquirenti, l'obiettivo degli indagati sarebbe stato quello di salvare migranti e portarli in Italia, "senza rispettare le norme e anzi violandole scientemente". La contestazione è stata avanzata dopo lo sbarco a Pozzallo. Un approdo avvenuto dopo il rifiuto di consegnare i profughi salvati a una motovedetta libica e due giorni di trattative diplomatiche. Secondo l'accusa, però, la nave è giunta in Sicilia anche dopo la mancata richiesta di potere sbarcare a Malta, nelle cui acque è avvenuta la consegna di una donna e del suo bambino bisognosi di cure immediate.

Una ricostruzione, questa, sempre contestata dai difensori della Ong, che hanno depositato diverse memorie difensive e hanno deciso di non fare presenziare i loro assistiti all'interrogatorio fissato dalla Procura di Catania. "Non è il giudice naturale dell'inchiesta, c'è la sensazione che si voglia a tutti i costi monopolizzare le indagini", ha fatto sapere l'organizzazione.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali