FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Messina Denaro, trovata dalla polizia l'auto del superboss

La macchina è stata rintracciata esaminando il codice della chiave nel borsello del capomafia. Ricostruiti gli spostamenti del veicolo, che hanno portato al covo di vicolo San Vito. Trovata anche una biografia su Putin

Ansa

E' stata trovata l'auto di Matteo Messina Denaro.

A individuare il luogo dove si trovava la Giulietta del superboss è stata la polizia: proprio grazie alla macchina gli investigatori erano riusciti a risalire al primo covo, individuato a Campobello di Mazara. Nel borsello che il capomafia aveva dopo l'arresto c'era una chiave. Dal codice della chiave, i pm sono arrivati alla Giulietta.

 

 

Spostamenti e nascondiglio

 Gli investigatori hanno successivamente ricostruito, grazie a un sistema di intelligenza artificiale, gli spostamenti del veicolo del capomafia, risalendo al suo nascondiglio di vicolo San Vito. Ma soltanto ora la Giulietta è stata ritrovata. Sembra che Matteo Messina Denaro la guidasse personalmente quando si spostava senza autista. 

 

Tra i libri ritrovati nel covo di vicolo San Vito c'era anche una biografia di Vladimir Putin. Sono decine i volumi rinvenuti nell'appartamento sugli argomenti più disparati, tra i quali anche alcuni testi storici.

 

Messina Denaro, trovato e perquisito il covo del boss: è a Campobello di Mazara (Trapani)

 

Matteo Messina Denaro acquistò personalmente l'auto

 A gennaio del 2022 il boss Matteo Messina Denaro avrebbe personalmente acquistato, in una concessionaria di Palermo, la Giulietta individuata e sequestrata dalla polizia, usata dal capomafia nell'ultimo anno di latitanza. I documenti della macchina sono stati trovati nel covo di vicolo San Vito individuato martedì dai carabinieri. Il contratto di acquisto della Giulietta era intestato a una anziana disabile di 86 anni, madre di Andrea Bonafede, il geometra di Campobello di Mazara che ha prestato l'identità al boss. Alla donna è intestata anche la Fiat 500 data in permuta. La Giulietta, secondo quanto risulta, è stata acquistata in contanti per 10mila euro. Una delle tante spese del capomafia che segnava metodicamente tutte le uscite facendo poi la somma mensile. L'ultima ammontava a 7.700 euro. Nel covo di San Vito sono state trovate anche ricevute di ristoranti fino a 700 euro. Non è confermato, invece, che nell'appartamento in cui il boss ha trascorso l'ultimo anno di latitanza siano stati trovati biglietti di viaggi all'estero.

TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali