FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Caserta: colletta di imam e podisti per il rientro in Marocco della ragazza travolta e uccisa dal treno

Siham Laraaichi, di Casablanca, era venuta in Italia proprio per guadagnare, con la corsa, soldi da inviare ai familiari. Che non possono pagare per il ritorno della sua salma

Caserta: colletta di imam e podisti per il rientro in Marocco della ragazza travolta e uccisa dal treno

E' morta travolta da un treno in provincia di Caserta e la sua famiglia non può pagare i costi del rientro della salma in patria. Così è scattata una colletta della comunità musulmana per consentire il ritorno a casa di Siham Laraaichi, la podista di Casablanca investita sui binari mentre ascoltava musica con le cuffie. In Italia era venuta proprio per guadagnare, con la corsa, in modo da aiutare i suoi parenti in Marocco.

Il rientro del corpo costa circa 2.300 euro. A raccoglierli ci penseranno gli islamici di Casapulla (Caserta) su iniziativa dell'imam, insieme con la società podistica Il laghetto, alla quale Siham era iscritta, come fa sapere il presidente Enrico Scarpone, che ha dato il via a una raccolta fondi. Ancora non si può sapere esattamente quando la salma potrà ritornare nel suo Paese, perché il corpo si trova ancora nella disponibilità dell'autorità giudiziaria.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali