FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Si è suicidato in carcere Oskar Kozlowski: il 23enne che aveva ucciso l'amico durante un rito satanico

Bolzano, durante l'interrogatorio di garanzia il ragazzo aveva ripetuto di non sapere spiegare i motivi del delitto

omicidio napoli grumo nevano rosa alfieri
Ansa

Ha inalato il gas del fornelletto nella sua cella di Bolzano per soffocarsi.

È morto così Oskar Kozlowski, 23enne di origini polacche, che lo scorso 27 luglio ha ucciso

Maxim Zanella

con una coltellata. Già in passato Kozlowski aveva tentato di suicidarsi ma era stato fermato in tempo.

Non era mai riuscito a spiegare

perché lo avesse fatto, neanche durante l'interrogatorio di garanzia davanti al pm. Aveva persino chiesto

perdono

alla famiglia per aver ucciso il suo amico. Il 27 luglio scorso

Oskar Kozlowski

ha colpito con una coltellata il bagnino 31enne, all'interno del suo appartamento a Brunico, in Alto Adige. Poi si era diretto verso il Pronto Soccorso e, durante il tragitto, ha provato a nascondere l'

arma del delitto

e il proprio telefono, poi ritrovati.

Gli

inquirenti

hanno ipotizzato che il delitto potesse trovare la propria spiegazione nell'interesse che i due condividevano per l'

occulto

e per il

satanismo

. Nell'appartamento furono ritrovati alcune candele, delle ossa e un teschio insanguinato. Per di più Kozlowski avrebbe mostrato in varie occasioni il suo interesse per le 'forze occulte' con i suoi 

post

sui social, con il

tatuaggio

sul suo gomito e praticandosi tagli sulle braccia.

I

genitori

di Maxim Zanella, in più occasioni,

hanno negato

che il figlio fosse vicino a quel tipo di pratiche. "In passato aveva fatto qualche fesseria ma nulla di grave - raccontano - Il teschio lo aveva acquistato per gioco e le ossa le aveva trovate in un bosco". Apparentemente il 31enne

aveva una vita tranquilla

e lavorava come bagnino in una piscina al coperto in Val Pusteria.

La sera dell'omicidio

, come ogni giorno, aveva dato la buonanotte ai genitori al telefono.


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali