FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sesso con una liceale 16enne: prof. rinviato a giudizio

Lʼuomo ha 60 anni e sostiene di non avere abusato della ragazzina perché mosso da un "sentimento sincero"

stupro violenza minori cellulare porno molestie abusi telefonino sesso

Rinviato a giudizio per "atti sessuali con minori con l'abuso dei poteri derivanti dalla sua posizione". E' l'accusa della quale dovrà rispondere un insegnante di lettere. L'uomo ha 60 anni. La minorenne, all'epoca dei fatti, cioè nel 2019, ne aveva 16 ed era una sua allieva, conosciuta in classe a Lissone (Monza). La vicenda l'ha raccontata una foto che li ritraeva mentre si baciavano nei bagni della scuola. 

A scattare la fotografia è stato un compagno di classe della ragazzina, che, incredulo, l'ha mostrata a un'insegnante la quale l'ha poi consegnata direttamente alla preside. L'uomo appoggiato alla parete e la 16enne che gli accarezza il volto mentre le loro labbra si sfiorano: pochi dubbi. I due avevano una relazione. L'intervento della Procura di Monza è stato inevitabile. 

 

Ed è proprio qui che ora la magistratura è chiamata a fare chiarezza. 

 

L'insegnante non ha mai negato, anzi. "Mi sono innamorato ed ero pronto a lasciare mia moglie" - ha raccontato.

 

L'adolescente invece si sarebbe chiusa in un silenzio impenetrabile fino alla confessione a un'amica alla quale avrebbe rivelato di avere avuto un rapporto completo, consumato in un immobile di proprietà dell'uomo. 

 

In tribunale sarà chiamata anche la ragazzina a dare la sua versione dei fatti, così come le moglie del professore. Per l'accusa l'abuso di potere, legato all'età e al ruolo sociale dell'uomo nei confronti della sua studentessa, è evidente.

 

Per la difesa, il professore non avrebbe in alcuno modo fatto valere il proprio ruolo di insegnante, perché per la ragazza provava un "sentimento sincero".

 

Il legale ha sottolineato che l'accusa in un primo momento era di violenza sessuale, ma è stata riqualificata in atti sessuali con minori. La 16enne, in un primo momento, non era nemmeno intenzionata a denunciare l'uomo, perché, stando all'accusa, ne era ormai succube. Il processo inizierà a dicembre. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali