FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Cassazione conferma: "Giusto indagare per violenza sessuale chi invia foto porno a minore"

Il 32enne aveva fatto ricorso per contestare la custodia cautelare. Per gli ermellini si può contestare lo stupro anche senza contatto fisico

E' legittimo contestare la violenza sessuale anche a chi invia foto hard via WhatsApp a un minore. Lo ha stabilito la terza sezione penale della Cassazione lasciando in cella un 32enne indagato per avere inviato messaggi e foto esplicite ad una minorenne invitandola a fare altrettanto. I giudici hanno respinto il ricorso dell'avvocato che contestava la decisione del Riesame sulla custodia cautelare del proprio cliente.

La minacciava di pubblicare le sue foto - Il 32enne è finito in carcere per aver scritto di messaggi whatsapp allusivi e sessualmente espliciti ad una ragazza minorenne "costringendola a scattarsi foto" sotto la minaccia "di pubblicare la chat su instagram" o su altri social ed anche in "pagine hot".

 

C'è violenza anche senza contatto fisico - Nel ricorso la difesa aveva precisato che "in assenza di incontri con la persona offesa o di induzione a pratiche sessuali" di fatto sarebbe difettato "l'atto sessuale". Il Tribunale del Riesame però ha sottolineato - osserva la Cassazione - che "la violenza sessuale risultava ben integrata , pur in assenza di contatto fisico, quando gli atti sessuali coinvolgessero la corporeità sessuale della persona offesa e fossero finalizzati a compromettere il bene primario della libertà individuale nella prospettiva di soddisfare il proprio istinto sessuale".  

 

Gravi indizi nei messaggi precedenti - Inoltre, spiegano gli ermellini, il Riesame "ha ravvisato i gravi indizi di colpevolezza del reato contestato nell'induzione allo scambio di foto erotiche, nella conversazione sulle pregresse esperienze sessuali ed i gusti erotici, nella crescente minaccia a divulgare in pubblico le chat".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali