FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Senza più ferie per curare i figli disabili: i colleghi le regalano le loro

Eʼ successo nel Comune di Cagliari. Le ferie solidali, possibili grazie alla contrattazione decentrata prevista dal Jobs Act, sono state racimolate in tempo record. Lʼassessore al Personale: sorpresi

Senza più ferie per curare i figli disabili: i colleghi le regalano le loro

Grazie all'aiuto dei colleghi, Maria (nome di fantasia) potrà continuare a seguire le cure dei suoi figli disabili, costretti spesso a viaggiare in diversi ospedali italiani. La donna, dipendente del Comune di Cagliari, infatti aveva finito le proprie ferie e sarebbe dovuta tornare al lavoro o prendere l'aspettativa non retribuita. Con la gara di solidarietà dei lavoratori, sono state racimolate in tempo record, una settimana, altri 30 giorni di ferie.

Inoltre, come scrive La Repubblica, altri colleghi si sono resi disponibili per donarle altre ferie solidali nel caso ne avesse bisogno. Le regole per poterlo fare sono state scritte dal Comune sardo per primo in Italia, su richiesta dei sindacati, a marzo 2017, anticipando il contratto collettivo del pubblico di un anno. E' stato possibile grazie alla contrattazione decentrata prevista dal Jobs Act.

Nel privato si erano susseguiti vari episodi del genere. L'assessore al Personale cagliaritano Danilo Fadda ha affermato: "Il nostro è un caso pilota, il primo in assoluto nel pubblico, siamo sorpresi perché siamo stati sommersi dalle adesioni".

La richiesta dopo l'accettazione è stata condivisa in modo rigorosamente anonimo sulla piattaforma istituzionale interna del Comune. Al massimo i dipendenti hanno potuto donare otto giorni, maturati nell'anno precedente. "Le ferie solidale sono reiterabili, c'è la fila per accontentare Maria - spiega Fadda -, siamo sorpresi perché sommersi dalle adesioni".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali