FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Sardegna, sgozza il suo gregge: non riusciva più a vendere il latte

La cooperativa sua cliente non comprava più il latte a causa dellʼeccessivo contenuto macrobiotico che lo aveva reso imbevibile. Rintracciato il pastore, è stato ricoverato in psichiatria

Un allevatore di 62 anni di Ploaghe (Sassari) ha sgozzato 135 pecore e 4 cani pastore perchè non riusciva più a vendere il latte che produceva. La cooperativa a cui fino consegnava il latte ad un certo punto ha smesso di comparglielo perché riteneva che il prodotto avesse un eccessivo contenuto macrobiotico quindi non era più commestibile. Da qui la folle decisione di tagliare la gola all'intero gregge. Il pastore è stato poi rintracciato e ricoverato in psichiatria.

A fare la macabra scoperta sono stati alcuni allevatori allertati dal fetore di animali in decomposizione. Sono stati loro a chiedere l'intervento della Forestale e della polizia locale di Ploaghe che hanno trovato gli animali in una pozza di sangue ai piedi del colle di Santa Giusta in località "Pala 'e Chercu" (Sassari)

L'allevatore ha dei problemi psichici - L'allevatore è stato rintracciato nel suo podere dagli agenti della Polizia municipale. L'uomo, un 62enne che già in passato aveva manifestato problemi psichici e propensione alla violenza, non ha opposto resistenza, ha ammesso il suo folle gesto e ha accettato di sottoporsi alle cure mediche.

L'allevatore è stato accompagnato all'ospedale Santissima Annunziata di Sassari dove si trova ricoverato nel reparto di Psichiatria. Contro di lui, l'Enpa, Ente nazionale protezione animali ha presentato una denuncia alla Procura di Sassari.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali