FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sandra Milo protesta davanti a Palazzo Chigi, poi l'incontro con Conte: "E' stato molto comprensivo"

Lʼattrice aveva già organizzato uno sciopero della fame per chiedere ulteriori aiuti su partite Iva e operatori del mondo dello spettacolo

Sandra Milo si "incatena" di fronte a palazzo Chigi

Sandro Milo ha protestato davanti a Palazzo Chigi per essere accolta dal premier Conte. L'attrice 87enne, legata alle transenne che circondano piazza Colonna, ha chiesto di accogliere le proposte sugli autonomi del mondo dello spettacolo. E alla fine è stata ricevuta da Conte. Nei giorni scorsi la Milo aveva iniziato uno sciopero della fame, poi interrotto, per chiedere al governo di aiutare partite Iva e operatori dello spettacolo.

"Con Conte è andata bene" - L'attrice, infatti, è stata invitata a salire da Giuseppe Conte per un breve incontro. "E' andata bene, ha detto che farà di tutto per aiutare le persone. Io ero molto emozionata, lui invece era sereno, è una persona di grande comprensione, ha un lato molto umano", ha detto la Milo. "Mi ha detto che oggi è un giorno importante perché l'Ue darà un numero enorme di risorse", ha continua l'attrice che ha poi  concluso: "Sono sicura che manterrà le promesse". 

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali