FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sandra Milo: "Faccio lo sciopero della fame per dare voce agli artisti disperati"

Lʼattrice scende in campo per chiedere al governo un intervento immediato per le persone che hanno perso il lavoro durante lʼemergenza coronavirus

Sandra Milo è molto attiva su Instagram. Ogni giorno regala dei video che diventano subito virali. Sta trascorrendo la quarantena nella sua casa romana e sui social tratta spesso argomenti che riguardano il coronavirus. L'attrice 87enne stavolta lancia una provocazione: "Comincio lo sciopero della fame, per difendere tanta gente disperata, che ha fame. Vogliamo che il governo riceva una delegazione di noi artisti e lavoratori autonomi".

LEGGI ANCHE >

Nuovo amore per Sandra Milo, lui ha 37 anni meno di lei

 

"Voglio ringraziare Conte ed il governo per quanto fatto durante per arginare questa pandemia - ha detto a 'Un Giorno da Pecora' su Rai Radio1 - ma ora è necessario che salvino gli artisti dalla fame. Io sono la responsabile nazionale di un movimento politico e culturale di artisti di autonomi e partite iva e voglio chiedere a Conte se riceve una nostra delegazione per fargli delle proposte in difesa di tutti gli artisti e degli autonomi”.

 

Dal 15 di giugno riapriranno anche cinema e teatri e la Milo dice la sua: "E' giusto riaprire, c’è una tale disperazione in giro, anche se non se ne parla".

 

TI POTREBBE INTERESSARE:

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali