FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Rissa nellʼItis di Giulianova, le parole del preside: "Siamo riusciti a dividerli e isolare il ragazzo armato"

A Mattino Cinque si discute dellʼaggressione ai danni di un 17enne che è rimasto sfregiato al volto

Una lite tra studenti, per futili motivi, sfociata in un’aggressione con tanto di coltelli, dove a farne le spese è stato un 17 enne, originario del Marocco e residente in provincia di Teramo, sfregiato al volto dal compagno 18enne. La storia arriva da un istituto tecnico di Giulianova dove uno screzio nei corridoi ha gettato nel caos un’intera scuola. "Prima del suono della seconda campanella alle 8:10, proprio in questo corridoio, i due sono venuti alle mani e poi un ragazzo ha tirato fuori un corpo contundente ferendo l’altro", racconta a Mattino Cinque il preside Luigi Valentini, che indica alle telecamere il punto in cui è avvenuta l'aggressione. "Sono stati prontamente allertati i carabinieri e i genitori dei due ragazzi ed è stato isolato lo studente che aveva commesso il fatto" spiega ancora l'uomo. Mentre il 17enne è ancora ricoverato in ospedale e dovrà essere sottoposto a un intervento chirurgico, il 18enne è stato denunciato per lesioni aggravate e porto abusivo di coltello di genere proibito.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali