FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Rigopiano, parla l’ultimo superstite: "Ci hanno scortato verso la morte"

A Matrix l’intervista a Giampaolo Matrone, uno dei sopravvissuti alla tragedia avvenuta un anno fa

“Ci hanno scortato verso la morte”. Così parla Giampaolo Matrone, ospite di Nicola Porro a Matrix. L’uomo è uno dei superstiti della tragedia di Rigopiano. “Ci hanno fatto aspettare sotto Farindola mentre lo spazzaneve scendeva giù. Hanno fatto scendere gli altri ospiti e hanno fatto salire noi. Dopo la prima notte volevamo andare tutti via: ci sono state 3 scosse di terremoto e la paura era tanta”.

“La natura è stata generosa - ha sottolineato Matrone - ci ha voluto avvisare con queste tre scosse ma non è servito. Eravamo nella hall dell’albergo, io parlavo con mia moglie e ho sentito una grande ventata, come quando viene la metropolitana ma molto più forte, che mi ha preso da sotto e mi ha fatto volare”. “Ho sentito un botto assordante e poi il silenzio. La cosa che ricordo di più sono tre colpi di tosse di una persona incastrata vicino a me lì sotto che però non ce l’ha fatta”. È questo racconto shock dell’uomo che è rimasto sessantadue ore sepolto nell’hotel, una tragedia che l'ha reso invalido al 100%. “Avevo un braccio incastrato sotto una trave e le gambe spaccate” ha aggiunto Matrone.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali