FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Pensionato seviziato a Manduria, uno dei ragazzi: “Schiaffi e calci senza nessun motivo, ma io volevo andare via”

A “Pomeriggio Cinque” il racconto di uno dei membri della baby gang fermati per le violenze nei confronti di Antonio Cosimo Stano

Pensionato seviziato a Manduria, uno dei membri della baby gang: “Schiaffi e calci senza nessun motivo, ma io volevo andare via”
web

A

“Pomeriggio Cinque”

le prime parole di uno degli otto ragazzi fermati per le violenze nei confronti di

Antonio Cosimo Stano

, il pensionato 66enne di

Manduria

seviziato da una

baby gang

e morto il 23 aprile. “Li conoscevo da un mese, una sera mi hanno scritto andiamo a sfottere il pazzo, così siamo andati fino a casa e uno di loro ha iniziato a prendere a calci la porta fino a sfondarla. Dal nulla – prosegue il ragazzo – ha poi iniziato a tirargli schiaffi sul viso e dei calci alle gambe”.

Chi parla dice che avrebbe voluto andarsene: “Gli dicevo di tornare indietro e di fermarsi, io sono rimasto fermo vicino alla macchina, ma loro continuavano”. Poi pochi giorni dopo un

secondo raid punitivo

nei confronti dell'anziano: “La settimana dopo siamo tornati, solita scena porta sfondata e calci e schiaffi con lui che urlava e chiedeva aiuto”. Il ragazzo, tramite i suoi avvocati, ha fatto sapere di

non avere avuto un ruolo centrale

nelle violenze.