FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Nardò, scoperte microspie in chiesa: venivano registrate le confessioni

I fedeli hanno scoperto la presenza delle cimici tramite una fake news creata ad arte ed ingaggiando un investigatore privato. Indaga la Procura

Tutto ciò di cui si parlava nella chiesa di San Domenico a Nardò (Lecce), incluse le confessioni, finiva in piazza in pochi giorni. C'è voluto persino un investigatore privato per svelare l'arcano: qualcuno aveva piazzato due microspie in sacrestia, proprio nei pressi del confessionale. A quel punto è stato chiesto l'intervento dei carabinieri, che hanno acquisito il materiale ritrovato e consegnato un'istruttoria alla Procura per individuare lo "spione".

Prima di arrivare ad ingaggiare l'investigatore, gli aderenti alle confraternite di San Luigi e delle Rosariane hanno voluto fare una sorta di test. I fedeli, come riporta La Gazzetta del Mezzogiorno, hanno creato una fake news totalmente inverosimile che hanno fatto trapelare in chiesa. Dopo poco tempo la bufala creata ad arte era già di dominio pubblico.

E così si è deciso di andare fino in fondo per svelare il mistero delle confessioni svelate, arrivando all'individuazione delle cimici. Una era nascosta dietro la cassetta per la raccolta delle offerte, l'altra in un vecchio mobile. Si tratta di microspie molto semplici ed economiche, che si trovano facilmente in commercio.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali