FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Torino, temporale allaga un sottopasso: operaio muore annegato

Lʼuomo è rimasto bloccato nella sua auto tra Feletto e Rivarolo, mentre stava tornando a casa dal lavoro

Un operaio di 51 anni, Guido Zabena, è morto annegato nel sottopassaggio della ferrovia Canavesana tra Feletto e Rivarolo, in provincia di Torino. L'uomo, che stava tornando a casa dopo il lavoro, era rimasto bloccato con la propria auto mentre si stava abbattendo un violento temporale. Il sottopassaggio si è rapidamente allagato, senza dare la possibilità all'uomo di uscire dal veicolo. Indagano i carabinieri.

La tragedia si è verificata intorno alle due. Zabena era riuscito a chiamare i soccorsi, ma il loro intervento si è rivelato inutile. Nell'imboccare il sottopasso, l'uomo non si sarebbe accorto dell'effettiva altezza dell'acqua, finendo bloccato nel punto più basso senza possibilità di tornare indietro o aprire le portiere. La vettura ha poi cominciato ad imbarcare acqua, non lasciando scampo all'operaio.

Come riporta il Quotidiano del Canavese, tre passanti hanno tentato di raggiungere l'auto a nuoto, ma non ce l'hanno fatta. La salma della vittima è stata portata all'ospedale di Cuorgnè a disposizione della Procura di Ivrea.

Le ultime parole: "Ho paura di morire qui" - "Nessuno viene a soccorrermi, ho paura di morire qui". Sono state le ultime parole, pronunciate al cellulare con la madre, di Guido Zabena. A riferirlo è la madre dell'uomo, Mariastella, 71 anni. "Mi ha telefonato con il cellulare, l'acqua che entrava in auto e lui che non riusciva ad aprire il finestrino. Mi ha detto che aveva paura di morire...", ha raccontato.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali