FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Torino, operaio dellʼEmbraco si incatena ai cancelli della fabbrica: "Non mollo"

I licenziamenti e la delocalizzazione degli stabilimenti italiani in Slovacchia hanno scatenato la protesta di un centinaio di lavoratori

Un lavoratore dell'Embraco, Daniele Simoni, si è incatenato ai cancelli della fabbrica di Riva di Chieri (Torino). "Non voglio mollare, è la mia fabbrica che mi ha dato da mangiare per 25 anni e finché ci sarà uno spiraglio non mollerò", ha dichiarato l'operaio. I licenziamenti e la delocalizzazione degli stabilimenti italiani in Slovacchia hanno scatenato la protesta di un centinaio di lavoratori, radunatisi intorno alle 8.

Embraco, operai ai cancelli della fabbrica: rabbia e delusione

Davanti ai cancelli della fabbrica serpeggia lo sconforto. I lavoratori sono disgustati dall'atteggiamento dell'azienda e sfiduciati perché non vedono alcun tipo di prospettiva positiva.

"Lavoreremo fino al 25 marzo per far cambiare idea all'azienda", ha detto Dario Basso, segretario generale della Uilm torinese. "A questo punto il governo deve agire, i tempi sono strettissimi. Se un'azienda vuole insediarsi bisogna fare in fretta", ha aggiunto Ugo Bolognesi della Fiom.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali