FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Palermo, un'ordinanza vietava calcetto e basket perché troppo rumorosi: l'oratorio vince in tribunale | I giudici: "Valore costituzionale"

Il collegio ha accolto in parte il reclamo della parrocchia e ha fissato dei limiti

Da più di un anno all'oratorio della parrocchia di Santa Teresa del Bambin Gesù (Palermo) non si può giocare a pallone per via di un'ordinanza del tribunale civile che, accogliendo il ricorso di alcuni condomini, aveva vietato tutte le attività legate alla palla, ritenute rumorose. Ora, dopo il reclamo presentato dalla parrocchia, i ragazzi potranno tornare - Covid permettendo - a giocare: una nuova decisione del giudice ha infatti riformato la prima ordinanza, imponendo sì dei limiti, ma allentandone la portata e riconoscendo l'interesse generale, il valore sociale e costituzionale delle attività. 

I limiti - Come riporta l'Agi, il collegio ha accolto in parte il reclamo della parrocchia e ha fissato dei limiti. Le attività estive potranno essere svolte solo durante i mesi di giugno e luglio, per un massimo di sei settimane consecutive, per due ore al mattino (non prima delle 8 e non oltre le 13) e due di pomeriggio (non prima delle 16 e non oltre le 20) e mai sabato e domenica. Per quanto riguarda le attività invernali, invece, da ottobre a maggio, dal lunedì al giovedì, per tre ore e mezza, mai consecutive (gli orari restano quelli delle attività estive).

 

Sarà inoltre obbligatorio svolgere un'attività sportiva per volta, ma a basket si potrà giocare solo due volte alla settimana. Infine, per tutte le attività dovrà essere presente il personale dell'oratorio.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali