FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

P38 - La Gang, lo show di Reggio Emilia fa discutere: nel mirino esibizione e look

Sul palco del locale dove si è esibito il gruppo trap anche una bandiera che riconduce agli Anni di Piombo

 P38 - La gang
Instagram

L'iniziativa 'Festa dell'Unita' Comunista', che si è tenuta il primo maggio a Reggio Emilia, è stata teatro di polemiche dovute alla performance del gruppo trap "P38 - La Gang" che, come riporta la stampa locale, già nel loro nome farebbe riferimento a una delle armi simbolo degli Anni di Piombo.

 


Astore, Papa' Dimitri, Jimmy Pentothal e Yung Stalin

, questi i loro nomi, si sono esibiti in un circolo

Arci

della città con il loro classico abbigliamento, incappucciati con un passamontagna bianco, ed esibendo sul palco una bandiera di stampo brigatista. Simboli che, nella terra in cui oltre cinquant'anni fa nacquero le

Br

con Renato Curcio, Margherita 'Mara' Cagol e Alberto Franceschini, oggi fanno discutere. Dopo l'esibizione, un movimento di destra, "Reggio Emilia Identitaria", ha chiesto "la chiusura del locale".


 


A difendere i "P38" è sceso in campo il presidente del circolo dove si è tenuto il concerto,

Marco Vicini.

 "È solo un'esibizione artistica - ha detto Vicini - il

trap

per vocazione tratta tematiche estreme e provocatorie. Il mondo della musica è pieno di esempi di natura dissacrante, come la canzone 'Juriij spara' dei Cccp". Il gruppo nei mesi di marzo e aprile ha tenuto concerti a Roma, Firenze, Bergamo, Padova e Bologna.


Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali