FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Ostia, sotto shock il bimbo messo "in vendita" dal padre: non riesce a parlare | La madre: "Voglio vederlo"

Il piccolo è ancora in ospedale, è spaventato e si ritrae davanti alle figure maschili. Quando è arrivato al pronto soccorso era sporco e denutrito, girava scalzo e indossava solo le mutandine

Non parla, piange e basta il bambino rom offerto dal papà ai turisti in cambio di denaro a Ostia. Il piccolo, che si è scoperto avere 3 anni, è ancora in ospedale, è spaventato e si ritrae davanti alle figure maschili. I medici che lo hanno in cura, spiega Il Messaggero, stanno cercando di capire se il mutismo sia legato allo shock o a una patologia e stanno eseguendo degli accertamenti sul suo stato di salute. La madre, intanto, si è presentata alla Compagnia Pronto Impiego della Guardia di Finanza con la nonna e una zia e ha detto: "È mio figlio, dove sta, voglio vederlo". 

A confermare che l'uomo che ha tentato di vendere i favori sessuali del bambino fosse il padre è stata la Guardia di Finanza. Il ragazzo ha 23 anni e numerosi precedenti per furto, truffa, stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. Vive con il figlio e la mamma del bimbo ad Ardea (Roma). Adesso si trova nel penitenziario di Regina Coeli in attesa dell'udienza di convalida.

 

La situazione del bambino - Come scrive il quotidiano romano, è poco probabile che il piccolo rientri in famiglia. Per ora resta ricoverato all'ospedale Grassi di Ostia, sotto costante osservazione da parte dei medici, degli psicologi e delle assistenti sociali. Quando è arrivato al pronto soccorso era sporco e denutrito, girava scalzo e indossava solo le mutandine. "Sicuramente ha vissuto dei brutti momenti", hanno detto i medici.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali