FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Napoli, telecamere e giornalista respinti e costretti a interrompere la diretta: "Se mandate in onda, vi querelo"

L’inviata di "Pomeriggio Cinque" era in casa di Clara, 90enne che vive al buio e senza riscaldamento, ma alcune persone hanno fermato tutto

Incidente increscioso durante “Pomeriggio Cinque”. Nella puntata di venerdì 18 gennaio, Barbara D’Urso ha risposto a una mail di disperazione, quella di Clara, novantenne napoletana che vive senza luce e senza riscaldamento a causa delle condizioni di indigenza in cui versa. Non può usare neanche l’ascensore perché non poteva permettersi le spese condominiali.

In collegamento da inizio programma dalla casa di Clara, però, la giornalista Cristina Battista, inviata sul posto, si è vista fermare e minacciare di querele verbalmente da un uomo e una donna che sono arrivati e hanno intimato di fermare tutto. “Barbara, se sei in diretta ti querelo subito”.

Queste le minacce rivolte direttamente alla conduttrice. La troupe del programma non ha potuto fare nient’altro se non interrompere la diretta e tornare in studio: “Volevamo solo dare una mano a una signora anziana. Non abbiamo buttato giù la porta, siamo stati invitati da Clara”.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali