FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Terremoto in Molise, scuole chiuse in diversi Comuni

La decisione è stata presa in via precauzionale. La scossa è stata avvertita anche in Abruzzo e in Puglia, ma non ha causato danni

Dopo il terremoto di magnitudo 4.2 che ha colpito il Molise, le scuole in diversi Comuni della Regione resteranno chiuse. La sospensione delle attività didattiche è stata disposta dai sindaci in via precauzionale, dopo la constatazione dello sciame sismico in atto. La scossa è stata avvertita anche in Abruzzo e in Puglia e ha scatenato il panico tra la popolazione, senza però causare alcun danno.

Il terremoto di magnitudo 4.2 che ha colpito il Molise

La decisione riguarda gli istituti di ogni ordine e grado di Termoli, Acquaviva Collecroce, Guardialfiera, Montenero di Bisaccia, Palata, Petacciato, Castelmauro, Tavenna, Larino, Portocannone, San Giacomo degli Schiavoni, San Martino in Pensilis, Guglionesi, Ururi e Campomarino.

Il sindaco di Acquaviva Collecroce, paese in cui si è registrato l'epicentro del sisma, ha affermato che chiudendo le scuole "si viene incontro alla paura dei ragazzi in ambienti chiusi e alla salvaguardia della pubblica incolumità. La nostra scuola elementare però è modernissima, antisismica, realizzata con i fondi del terremoto 2002 ed è stata inaugurata una decina di anni fa".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali