FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Migranti, la nave Aquarius autorizzata a sbarcare in Italia

La guardia costiera italiana, dopo ripetuti solleciti alle autorità britanniche e dʼintesa col Viminale, ne ha autorizzato lo sbarco in un porto italiano

Si sta per concludere l'odissea dei 105 migranti, attualmente a bordo della nave Aquarius di Sos Mediterranee e Msf, che da alcuni giorni attendono di approdare sulla terraferma. La guardia costiera italiana, dopo ripetuti solleciti alle autorità britanniche e d'intesa col Viminale, ne ha autorizzato lo sbarco in un porto italiano.

Migranti, la nave Aquarius autorizzata a sbarcare in Italia

Dopo le operazioni di trasbordo su nave Aquarius, avvenute nella serata di lunedì su autorizzazione della Centrale Operativa della Guardia Costiera italiana - sottolinea il comando generale delle Capitanerie di Porto - la nave Acquarius ha comunicato di voler rimanere in area di operazioni sino alla serata di oggi, in considerazione del peggioramento delle condizioni meteorologiche previsto nelle prossime ore.

Nel frattempo, prosegue la Guardia Costiera, "dopo i numerosi solleciti rivolti dall'Imrcc di Roma alle autorità inglesi, queste hanno risposto rappresentando l'urgenza della situazione a bordo e quindi la Guardia Costiera italiana, di concerto con il ministero degli Interni, ha deciso di indicare un luogo sicuro di sbarco".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali