FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Migranti, conflitto dʼinteressi a casa della deputata leghista: il nonno li ospita, lei condanna il business

La parlamentare Eva Lorenzoni prende le distanze dal familiare che ha convertito a Corvione di Gambara, nel Bresciano, un ristorante di sua proprietà in un centro per richiedenti asilo

Migranti, conflitto d'interessi a casa della deputata leghista: il nonno li ospita, lei condanna il business

Il nonno gestisce un centro per richiedenti asilo in un immobile di sua proprietà; la nipote, neoparlamentare leghista, organizza presidi contro questa decisione. Generazioni - e affari di famiglia - a confronto nel Bresciano, a Corvione di Gambara, dove un vecchio ristorante è stato riconvertito in ostello per migranti. Contro l'iniziativa si è schierata, prima privatamente, poi pubblicamente, la deputata del Carroccio Eva Lorenzoni. "Non condivido in alcun modo le scelte fatte da un componente della mia famiglia d'origine, - ha detto, prendendo le distanze dagli interessi di famiglia. - Combatterò questo business da militante della Lega e da cittadina".

Gli affari di famiglia diventano ingombrantiSono destinati ad aumentare nei prossimi giorni i profughi nella frazione Corvione di Gambara, nel Bresciano, dove attualmente gli stranieri sono una novantina contro i 110 residenti nella zona. La struttura che ospita i richiedenti asilo, un vecchio ristorante trasformato in ostello, è di proprietà della famiglia di Eva Lorenzoni, dal 4 marzo scorso deputata della Lega.

L'immobile è intestato al nonno, come riferisce Il Giornale di Brescia. "Non condivido in alcun modo le scelte fatte da un componente della mia famiglia d'origine", ha commentato Lorenzoni.

"Ho condannato la scelta di mio nonno privatamente e direttamente con l'interessato e anche pubblicamente organizzando un presidio e mettendo in atto tutte le azioni che potevano in qualche modo bloccare l'arrivo e la successiva ospitalità dei presunti profughi a Corvione di Gambara - ha aggiunto la parlamentare bresciana. - Non è una parentela che mi farà cambiare idea sulla questione dell'immigrazione e nessuno può in alcun modo strumentalizzare la mia posizione poiché io combatterò questo business da militante della Lega e da cittadina".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali