FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Strage di Corinaldo, il papà di Emma: "Voglio vedere le foto bloccate nel suo telefono, datemi le password"

Fazio Fabini non è riuscito a entrare nel cellulare perché non conosce i codici. E oggi, a un anno dalla scomparsa della figlia, chiede aiuto: "Voglio vedere gli ultimi momenti di vita della mia bambina"

funerali emma fabini

Emma è morta a 14 anni nell'inferno della discoteca di Corinaldo, poco meno di un anno fa. E oggi suo padre, Fazio Fabini, dopo aver avuto indietro dalle forze dell'ordine il cellulare di sua figlia, sequestrato e dissequestrato per le indagini, vorrebbe tanto rivedere, attraverso il telefono, gli ultimi attimi di vita della ragazzina in quell'iPhone. Ma non può. Non conosce le password per accedere a messaggi e foto. 

Tanti tentativi andati a vuoto Fabini, come scrive la "Repubblica", ha provato a entrare nella memoria dell'apparecchio chiedendo aiuto alla polizia postale, alla Apple, ad alcuni tecnici specializzati. Ma tutto è stato inutile. "Mi piacerebbe leggere i suoi messaggi, magari non ancora spediti, vedere le sue ultime foto", dice il papà, che quell'iPhone gliel'aveva regalato dopo l'esame di terza media. 

 

Tremila euro per avere una risposta In famiglia ci hanno provato con le date di nascita di lei e dei familiari, delle amiche. Ma la password non l'hanno trovata. Ci hanno provato con il call-center della compagnia, con l'Apple center di Rimini. "Lì ci hanno detto solo che si può azzerare tutto e riusare il telefonino. Ma è proprio quello che non vogliamo", dice papà Fazio. Anche un tecnico specializzato ha messo le mani su quell'apparecchio tentando di carpire le password. Dopo 15 giorni di tentativi il telefono è tornato a casa senza rivelare i suoi segreti. "Alla Polizia postale ci hanno detto che una società di Monaco di Baviera può fare quest'operazione per 3mila euro". 

 

"Vorrei tanto vivere i suoi ultimi attimi" "Un conto è se Apple senza codice è inviolabile, un altro è se è solo una questione di prezzo - è il commento di Fabini -. Nei cellulari degli indagati la polizia è entrata, quello di Emma, non più necessario per le indagini, resta secretato. Vorremmo solo rivedere il sorriso di Emma, recuperare quell'ultima notte, forse anche il suo viaggio a Londra. Ritrovare i suoi ultimi mesi". 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali