FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Maratona Trieste, dietrofront organizzatori: "Solo una provocazione, inviteremo anche gli atleti africani"

Il patron del Trieste Running Festival ha spiegato di voler richiamare così "lʼattenzione su un tema etico"

Marcia indietro degli organizzatori del Trieste Running Festival dopo le polemiche seguite alla decisione di non far partecipare alla competizione gli atleti di origine africana. "Dopo avere lanciato una provocazione che ha colto nel segno, richiamando grande attenzione su un tema etico fondamentale, contrariamente a quanto comunicato, inviteremo anche atleti africani", ha annunciato infatti il patron della manifestazione sportiva, Fabio Carini.

La polemica era esplosa dopo che gli organizzatori avevano annunciato di aver deciso l'esclusione degli atleti africani dalla mezza maratona, per fermare lo sfruttamento a cui sarebbero sottoposti, venendo pagati molto meno rispetto agli altri sportivi.

Il caso diventa politico - Da sportiva, la vicenda si era quindi rapidamente trasformata in un caso politico. Il vice premier Luigi Di Maio, pur sottolineando la necessità di combattere lo sfruttamento, aveva bollato la decisione degli organizzatori come una "follia". Il sottosegretario leghista Giancarlo Giorgetti aveva annunciato un'indagine interna per fare chiarezza, pur sottolineando che "serve uno stop agli scafisti dello sport".

Infine, nell'acceso dibattito, si era inserito anche il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, attaccando il Carroccio e accusandolo di strumentalizzare la vicenda: "La Lega lasci in pace il mondo dello sport".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali