FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Macerata, ostetrica rifiuta di vaccinarsi: licenziata

Burioni: "Come un fiammifero acceso in un deposito di benzina, metteva a rischio mamme e neonati"

Un'ostetrica è stata licenziata perché ha rifiutato più volte di vaccinarsi. E' successo all'ospedale di Macerata dove il direttore dell'Area Vasta 3, Alessandro Maccioni, ha firmato il licenziamento per giusta causa e senza preavviso della donna.  "Dispiace che sia andata a finire così, né io né i miei collaboratori siano contenti quando si firma un provvedimento del genere, ma la storia andava avanti da mesi, più volte ci sono stati incontri e colloqui", ha detto Maccioni.

Il direttore ha citato una serie di norme nazionali e regionali alla base dell'obbligo vaccinale con 10 tipologie di vaccini per operatori sanitari in determinati reparti, tra cui appunto Ostetricia e Ginecologia, così come per la fascia di età da zero a 16 anni. La Regione Marche e l'Asur (Azienda Sanitaria Unica Regionale) hanno avviato un monitoraggio sull'immunizzazione degli operatori, da cui è emersa la posizione dell'operatrice sanitaria. "La nostra linea è di far rispettare questo obbligo, siamo disposti a dare flessibilità sui tempi. Ma l'obbligo va rispettato", spiega il direttore dell'Area vasta maceratese. 

Burioni: "Metteva a rischio salute di mamme e neonati" - Sul caso è intervenuto anche l'infettivologo Roberto Burioni che si è schierato dalla parte dell'ospedale di Macerata. "Un sanitario che rifiuta le vaccinazioni secondo me non solo è un ignorante non scusabile, ma è qualcosa di vicinissimo a un criminale. La presenza di una persona non vaccinata in un reparto come quello dove si seguono le donne gravide e dove si partorisce è letteralmente come avere un fiammifero acceso dentro un deposito di benzina. Un'ostetrica non vaccinata può contrarre morbillo, varicella, rosolia e trasmettere queste malattie alle future mamme e ai neonati con conseguenze devastanti", ha scritto sulla sua pagina Facebook. E ha aggiunto: "Ha fatto benissimo il mio collega Alessandro Maccioni che dirige l'Asur di Macerata a licenziare in tronco questa ostetrica incosciente e voglio proprio vedere se i sindacati avranno il coraggio e la spudoratezza di difendere questa irresponsabile. Orgoglioso della mia Regione"Intanto l'ostetrica si è rivolta ad un avvocato.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali