FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Varese, "Non voglio essere servita da un negro": supermarket denuncia cliente che insulta cassiere di colore

Dopo le frasi razziste, la 40enne ha lasciato la spesa sul nastro trasportatore della cassa. I dirigenti del punto vendita hanno presentato querela

Varese, "Non voglio essere servita da un negro": supermarket denuncia cliente che insulta cassiere di colore

Pretendeva di essere servita da italiani: denunciata dal supermercato dove lavora il cassiere di colore insultato. E' accaduto al Carrefour di Varese. "Non voglio essere servita da un negro. Non mi va proprio", ha gridato la donna, una 40enne, all'indirizzo di un 28enne africano, da 10 anni residente nel Varesotto, l'unico lavoratore, però, al quale in quel momento poteva rivolgersi. Così, non trovando altri referenti, ha scagliato la spesa sul nastro trasportatore della cassa ed è andata via. Per le frasi razziste, dopo aver visionato i video delle telecamere di sorveglianza, è stata denunciata dai responsabili dell'esercizio commerciale.

L'episodio è stato raccontato da La Prealpina. "Alla fine della spesa - ha riferito il cassiere al quotidiano - la signora ha continuato con gli insulti, pretendendo di essere servita da italiani; e quando ha sentito che io e la collega stavamo per chiamare i carabinieri, ha lanciato con rabbia verso di me le lattine di birra che aveva intenzione di acquistare, andandosene in tutta fretta".

I dirigenti del punto vendita hanno presentato denuncia, consegnando ai carabinieri le registrazioni delle telecamere del supermarket.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali