FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Strage di Erba, la Cassazione: possibili nuovi accertamenti su alcuni reperti

Secondo i difensori di Olindo e Rosa cʼè più che uno spiraglio per poter arrivare a una revisione della sentenza

La Corte di Cassazione ha concesso alla difesa di Olindo Romano e Rosa Bazzi, in carcere per la strage di Erba, di poter effettuare nuovi accertamenti sui reperti torvati sul luogo del delitto. Nella strage furono uccise quattro persone, tra cui un bambino di due anni, mentre una quinta, Mario Frigerio, riuscì a sopravvivere e divenne il testimone principale contro Olindo e Rosa. Mario Frigerio è morto alcuni anni fa.

Secondo i difensori della coppia, rimane più che uno spiraglio per poter arrivare a una revisione della sentenza nelle pieghe delle motivazioni con cui la Cassazione ha respinto la richiesta di incidente probatorio sui reperti (un accendino, un mazzo di chiavi, formazioni pilifere ed altri) sottolineando, però, la possibilità di ricorrere alla formula dell'accertamento irripetibile con la "necessità di un avviso al pm" affinché possa nominare suoi consulenti.

"Cosa che faremo - spiega uno di legali dei coniugi Romano, Fabio Schembri - anche se, prima della decisione della Cassazione, alcuni reperti sono stati distrutti dalla cancelleria della Corte d'Assise di Como: ne rimangono altri presso il Ris e l'Università di Pavia".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali