FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Mangiare una pizza nel camper in riva al lago: questo il sogno di Olindo e Rosa dal carcere

In una lettera, lʼuomo esprime la speranza di riuscire a passare del tempo da solo con la moglie. Torna poi a parlare del giorno della strage, continuando a dichiararsi innocente

Mangiare una pizza nel camper in riva al lago: questo il sogno di Olindo e Rosa dal carcere

A dieci anni esatti dalla strage di Erba in cui sonno state uccise quattro persone (tra cui un bimbo di due anni)  si torna a parlare dei coniugi Olindo Romano e Rosa Bazzi. I due continuano a professarsi innocenti anche dopo la condanna all'ergastolo in primo e secondo grado. Per il momento, confidano soltanto in un permesso premio per vedersi tranquillamente da soli fuori dalle mura del carcere.

"Continuo a vedere Rosa tre volte al mese e questa è la cosa più importante. Spero che prima o poi io e Rosa possiamo avere i permessi premio così potremmo vederci tranquillamente e in santa pace come facevamo prima, magari per andare in camper a mangiare una pizza sul lago", così scrive Olindo Romano in una lettera che verrà pubblicata in esclusiva sul settimanale "Oggi".

L'uomo ricorda la routine quotidiana prima del giorno della strage: "Fino a sera è stato un giorno normale: lavoro, casa, Rosa, Mc Donald... È da dieci anni che dura quest'incubo" e ribadisce la propria innocenza affermando di aspettare fiducioso la revisione del processo. Nel frattempo, confida nella possibilità di ottenere un permesso per poter passare del tempo da solo con la moglie.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali