FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Smog, domenica a Milano dalle 10 alle 18 divieto di circolazione per le auto

Revocate le misure nelle province di Como e Varese. Nel capoluogo lombardo Pm10 in calo ma ancora oltre i limiti previsti dalla legge

Da giovedì 30 sono revocate le misure temporanee anti-smog di primo livello nei Comuni lombardi con più di 30mila e in quelli aderenti su base volontaria nelle province di Como e Varese. Restano attive invece nelle province di Milano, Monza, Lodi, Pavia, Bergamo, Cremona e Mantova. Domenica 2 a Milano divieto di circolazione per tutti i veicoli. Nel capoluogo lombardo Pm10 tra 61-71 microgrammi per metro cubo: è in calo ma ancora oltre i limiti.

Le quattro centraline dell'Agenzia per la protezione dell'ambiente della Lombardia (Arpa) dislocate a Milano hanno infatti evidenziato tra i 61 e i 71 µg/m3 di particolato. Stessa situazione anche nell'hinterland del capoluogo lombardo, 63 a Pioltello-Limito, 60 a Cassano D'Adda e 70 a Magenta. Per quanto riguarda le previsioni, dopo le deboli precipitazioni di martedì, nelle prossime ore previsto ancora bel tempo, una situazione meteo che favorisce l'inquinamento.

 

Le misure anti-smog restano dunque attive nelle province di Milano, Monza, Lodi, Pavia, Bergamo, Cremona e Mantova. "Le concentrazioni di Pm10 hanno fatto registrare valori in generale miglioramento nella maggior parte della Regione. In particolare - ha spiegato l'assessore regionale all'Ambiente Raffaele Cattaneo - a Como e Varese si è registrato il primo giorno inferiore al limite che, unito a previsioni favorevoli alla dispersione, consente la revoca delle misure temporanee".

 

Domenica a Milano dalle 10 alle 18 divieto di circolazione auto Nella giornata di domenica 2 febbraio, dalle 10 alle 18, sarà in vigore a Milano il divieto di circolazione di tutti i veicoli. L'ordinanza firmata dal sindaco Giuseppe Sala si applica a tutto il territorio del Comune di Milano. 

 

Per consentire a chi arriva da fuori città di lasciare il mezzo privato e servirsi del trasporto pubblico locale, che sarà potenziato, sono esclusi dal divieto di circolazione i parcheggi di interscambio posti in corrispondenza delle stazioni periferiche dei mezzi pubblici (Cascina Gobba, Forlanini, San Donato 1 e 2, Bisceglie, Lampugnano, Molino Dorino e San Leonardo, Famagosta, e anche il tratto stradale di via Ripamonti tra il Comune di Opera e via Gagini in corrispondenza del capolinea tranviario, e il tratto stradale compreso tra le Cascine Guascona e Guasconcina ed il capolinea della linea automobilistica del trasporto pubblico locale in via Jemolo).

 

Inoltre, per facilitare l'accesso alle aree di sosta presso lo stadio 'Meazza', a partire dalle ore 12, saranno esclusi dal blocco i seguenti tratti stradali: via Sant'Elia - nel tratto compreso tra le vie Natta e Diomede; via Diomede - nel tratto compreso tra le vie Sant'Elia e Caprilli; via Natta; via Montale - nel tratto compreso tra le vie Natta e Ippodromo; via Patroclo - nel tratto compreso tra le vie Ippodromo e Achille; via Achille; viale Caprilli; piazzale dello Sport; via degli Aldobrandini; via Palatino; via Rospigliosi; piazza Axum; via Harar; via Tesio; via Novara - nel tratto compreso tra l'innesto alla tangenziale Ovest e via Harar.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali