FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Milano, insegnante aggredito da parenti di un alunno: lasciato solo dalla scuola

Il 46enne è stato preso a pugni e calci da una mamma e dal fratello della donna: lo accusavano di aver malmenato un alunno

Milano, insegnante aggredito da parenti di un alunno: lasciato solo dalla scuola

Minacciato di morte prima, aggredito con pugni e calci dopo. E' accaduto a un insegnante di matematica di 46 anni, Leonardo Lo Ioco, nella scuola elementare "Sorelle Agazzi" nel quartiere Comasina, a Milano. L'uomo al Corriere della Sera denuncia di essere stato lasciato solo dalla scuola. La madre 25enne di un suo alunno e lo zio di 28 anni (il padre del piccolo è detenuto) insistevano da tempo per un incontro. "Avevo chiesto al preside di non essere lasciato solo", afferma Lo Ioco.

E invece dopo le insistenze dei parenti del bimbo a incontrarlo, il 46enne, insegnante precario, è stato lasciato completamente solo ad affrontare i due. E' stato lui stesso a chiamare il 118 e la polizia dopo l'aggressione.

"Mi hanno detto che avevo malmenato il bimbo. Ma non è vero. Poi mi hanno minacciato di morte e picchiato", racconta. E insiste: "Avevo timore di incontrare i genitori tant'è che avevo chiesto al preside di non lasciarmi solo".

"Si tratta di un bambino assolutamente non problematico con il quale non c'erano mai stati problemi", aggiunge Lo Ioco. Gli investigatori sono ancora al lavoro per ricostruire la vicenda e per rintracciare e interrogare la madre e lo zio del piccolo, che si sono resi irreperibili dopo l'aggressione.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali