FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Maltrattamenti in asilo a Milano, lo sfogo di una mamma: "La mia bimba si sveglia di notte urlando"

Nei filmati dei carabinieri la violenza contro i bimbi: legati al buio, costretti a mangiare con la forza e ricoperti di insulti

"La mia bimba si sveglia di notte urlando, la metto nel lettone con noi, ma non riesco a consolarla sempre". Si sfoga su Facebook la mamma di una piccola iscritta all'asilo nido Baby World del quartiere Bicocca, a Milano, chiuso dai carabinieri per maltrattamenti e lesioni sui bimbi. "Quando si tratta di metterla a dormire è un incubo, inizia a strillare. Da due giorni provo a dondolarla sulle mie gambe, così si addormenta".

L'incubo tra insulti e punizioni - L'orrore emerge chiaro nelle registrazioni, riportate dal Corriere della Sera, delle telecamere nascoste installate nella struttura dai carabinieri. E' la cronaca terribile di un susseguirsi di insulti e punizioni documentati dagli investigatori negli ultimi quattro mesi, ma che potrebbero essere iniziati a febbraio. C'è il bimbo legato in bagno, al buio, che per tentare di liberarsi cade e si ferisce. C'è l'altro piccolo che non vuole mangiare la carne e che viene costretto con la forza, con il cibo che gli viene infilato fino in gola dalla maestra visibilmente infastidita.

La bimba trascinata per i capelli - Venticinque i casi elencati dagli investigatori. A fine aprile un bambino chiede della mamma. Milena Ceres, la 34enne coordinatrice dell'asilo ai domiciliari, per i genitori la "maestra Milly", scatta: "Non devi rompere le palle, hai capito?". Qualche giorno dopo se la prende con una bimba: "Io ti faccio piangere". E ancora: "Non devi rompere il c..., devi dormire". Quando una piccola la fa innervosire, la donna la prende per la coda di cavallo e la trascina per alcuni metri.

I maltrattamenti in asilo nelle immagini registrate dai carabinieri

Il morso sulla guancia e l'arresto - Un inferno che continua fino a mercoledì scorso. Sono le 11.20, la 34enne chiede a un bambino di portare sul tavolo una bottiglia d'acqua. Lui esegue, ma qualcosa non piace alla "maestra". Lui ci riprova, ma la situazione non migliora. Scatta la punizione: lei lo insulta, lo prende per le orecchie, poi si abbassa e lo morde sul viso. Non sa che le cimici dei carabinieri stanno registrando tutto. Scattano gli arresti, per i bimbi è la fine di un incubo.

Milano, maltrattamenti e botte allʼasilo

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali