FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Gallarate (Varese), giovane ubriaco rutta in faccia ai poliziotti e viene arrestato

Il ragazzo aveva già avuto problemi con la giustizia (e con lʼalcol). Denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale

Gallarate (Varese), giovane ubriaco rutta in faccia ai poliziotti e viene arrestato

Un giovane è stato arrestato dalla polizia di Gallarate (Varese) dopo che, da ubriaco, ha emesso un rutto in faccia agli agenti che lo hanno poi dovuto inseguire in auto in una rocambolesca corsa. Il giovane non è nuovo a "imprese" del genere visto che nel giro di una settimana era già finito in questura un'altra volta, sempre per resistenza a pubblico ufficiale.

Il 22enne, italiano di origine marocchina, a San Valentino era stato fermato perché aveva rubato dei profumi per 270 euro che avrebbe dovuto consegnare alle "numorose fidanzate". Chiuso in camera di sicurezza in attesa del processo per direttissima, cantava a squarciagola "questa cella non mi fermerà". Al processo, il giudice lo ha scarcerato ma con obbligo di firma. Una pena lieve ma imponendogli comunque la visita quotidiana alle forze dell'ordine per dimostrare loro il rispetto dovuto.

Passano un paio di settimane e il protagonista di questa vicenda, raccontata sulle pagine de La Prealpina, si ubriaca e all'esterno di un locale di Gallarate comincia a dare in escandescenze. Immediata la chiamata alla polizia. Davanti agli agenti della volante il 22enne si comporta con sfacciataggine e arriva a emettere un rutto in faccia ai poliziotti. Poi si dà alla fuga in auto. La volante lo insegue e lo ferma dopo pochi minuti. E questa volta per lui si sono aperte le porte del carcere di Gallarate.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali