FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Furti e truffe, licenziati dieci dipendenti Ikea nel Milanese

Nello store di Corsico i lavoratori sostituivano le etichette di lampadari, piumoni e mobili con altre relative a oggetti del costo di pochi euro

Furti e truffe, licenziati dieci dipendenti Ikea nel Milanese

Sostituivano le etichette di lampadari, piumoni e mobili con altre relative a oggetti del costo di pochi euro. Dieci dipendenti dell'Ikea di Corsico (Milano), tra cui un dirigente, sono stati licenziati con l'accusa di furto e truffa. Altri ventidue subiranno invece sanzioni disciplinari con la sospensione dal lavoro e dallo stipendio fino a dieci giorni.

Lettere di licenziamento - Le dieci lettere di licenziamento sono partite una decina di giorni fa. Lettera disciplinare, invece per altri 22 dipendenti al termine di una indagine interna effettuata dal gruppo svedese: per loro sono previste sanzioni disciplinari e sospensione dal lavoro e dallo stipendio fino a 10 giorni. Si tratta di personale impiegato nel reparto "Recovery" dello store di Corsico, dove vengono messi in vendita a prezzi scontati mobili e oggettistica che è stata in esposizione.

Battevano il codice a barre dell'acqua minerale - Tutti i dipendenti avrebbero contribuito a fare uscire dal negozio mobili, piumoni e lamapadari e altri articoli costosi pagandoli pochi euro e battendo in cassa il codice a barre dell'acqua minerale o di altri articoli poco costosi. Sulla vicenda e' in corso anche un'inchiesta della Procura di Milano.

Ikea protegge co-worker e brand - Ikea stessa ha spiegato i provvedimentio adottati: "Un'indagine interna ha accertato che alcuni co-worker a Corsico hanno avuto gravi comportamenti mirati a danneggiare le risorse aziendali. Ikea sta prendendo i provvedimenti necessari per proteggere i suoi co-worker e il suo brand", si legge in una nota che parla di "dipendenti infedeli". 

Nessun dettaglio - "I singoli provvedimenti disciplinari sono stati presi nel rispetto delle norme vigenti e del contratto collettivo di lavoro. Nel rispetto della privacy di ciascun co-worker non forniremo dettagli sulle singole decisioni di natura disciplinare. Tutte le nostre azioni sono state e sono pensate per preservare il rispetto reciproco e la collaborazione tra Ikea e i suoi co-worker", conclude il comunicato dell'azienda.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali