FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Strage di Erba, Azouz Marzouk in tribunale accusato di calunnia da Rosa e Olindo

Azouz Marzouk, ex marito di Raffaella Castagna e padre del piccolo Youssef, due delle quattro vittime della nota "Strage di Erba" depone in aula a Milano nel processo in cui è imputato per calunnia. Ad accusarlo, dopo diverse interviste tv e sui giornali, sono stati Rosa e Olinda Bazzi, condannati definitivamente all'ergastolo per il quadruplice omicidio del dicembre 2006. Secondo l'accusa, Marzouk nella sua istanza di revisione della sentenza di condanna all'ergastolo per la coppia, avrebbe "incolpato ingiustamente" i coniugi di avere confessato il falso.

Strage di Erba, Azouz Marzouk in tribunale accusato di calunnia da Rosa e Olindo

clicca per guardare tutte le foto della gallery

Azouz Marzouk, ex marito di Raffaella Castagna e padre del piccolo Youssef, due delle quattro vittime della nota "Strage di Erba" depone in aula a Milano nel processo in cui è imputato per calunnia. Ad accusarlo, dopo diverse interviste tv e sui giornali, sono stati Rosa e Olinda Bazzi, condannati definitivamente all'ergastolo per il quadruplice omicidio del dicembre 2006. Secondo l'accusa, Marzouk nella sua istanza di revisione della sentenza di condanna all'ergastolo per la coppia, avrebbe "incolpato ingiustamente" i coniugi di avere confessato il falso.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali